DI COSA MI VESTONO QUEST’ANNO.

La felicità è essere liberi dall’opinione altrui.

Fino ai quindici anni ho indossato delle camicie iper colorate. Non ero mica come tutti gli altri.
Guardatemi, io sono diverso da tutti voi. E ho bisogno che lo vediate.
Verso i sedici anni ho visto questo ragazzo al liceo che indossava i vestiti vecchi e sgualciti dei propri genitori. Era chiaro che non gliene fregava niente dell’opinione degli altri. Esattamente quello che volevo comunicare anch’io.
Sono un punk. Lo notate, vero?
Verso i vent’anni è uscito il film Velvet Goldmine, un’istigazione all’omosessualità. Certo diventare gay era un po’ troppo, e poi non si vede da fuori. Bastava indossare il vecchio abito gessato anni settanta di mio padre e atteggiarmi da checca.
Lo capite o no che sono un dandy? E di voi non me ne frega un cazzo. Perché io sono diverso.

Poi un giorno ho comprato questo sacco a pelo per andare nel deserto, che di notte fa freddo. Credo sia stato progettato per l’Antartide. Indipendentemente dalla temperatura esterna, è sempre una sauna.
E lì ho capito. Voglio un giubbotto così. Voglio sentirmi dentro un forno in pieno inverno a Milano. Non importa se sembrerò l’omino Michelin, non importa se sarò vestito come tutti gli altri, non importa se la gente non saprà al primo sguardo che sono il più figo del pianeta.

Figo come con questa magnifica giacca di pelle nera. Che costa cento euro in più del giubbotto-sauna che ho visto nell’altro negozio, che mi farà sentire una leggera brezza tutto l’inverno, che mi fa sembrare James Dean. Che poi uno deve anche seguire le proprie inclinazioni. Mica siamo tutti uguali. Io sono diverso.

Please follow and like us:

ESCI DA QUESTO CORPO CHE ASPETTO OSPITI

Quello che stai pensando sono i tuoi pensieri? Sei cresciuto educato da papà e mamma, e, per un po’, tutto quello che dicevano loro era la verità. Poi hai visto i parenti, la scuola, la tv, la radio, i libri, la pubblicità, facebook, watsapp, la fidanzata, il fidanzato, il miglior amico, la migliore amica, l’altro migliore amico, l’altra migliore amica, la prima comitiva degli sballoni, la comitiva dei borghesi, quella dei comunisti, quella degli esoterici, i colleghi di lavoro, il tuo capo, i colleghi dell’altro lavoro, il gruppo di…

Tutte queste cose ti hanno posseduto. Prima ti hanno posseduto i tuoi genitori, poi, poco a poco, tutto ciò con cui sei venuto a contatto. I cristiani sono posseduti da Gesù, i musulmani da Maometto, i buddisti da Buddha, i pubblicitari bravi da Bernbach, i vegani dall’ideologia vegana…
Siamo camaleonti. Siamo spugne. Sempre e inconsapevolmente. In ogni istante della nostra vita.

Ora che lo sai, puoi scegliere. Da chi o da cosa vuoi essere posseduto?

Please follow and like us: